Siamo spiacenti ma il tuo browser non è supportato da marsh.com.

Per una miglior navigazione aggiorna il browser o passa a un browser supportato:

X

RESEARCH & BRIEFINGS

European 2015 Cyber Survey Report

 


In Europa le aziende hanno una conoscenza limitata (o non sufficientemente approfondita) dei rischi cyber e hanno ancora molto da fare per comprendere appieno le loro esposizioni. Questi i principali risultati della Cyber Risk Survey condotta da Marsh in Europa.

Sempre in base alla survey, più di tre quarti degli intervistati ha dichiarato di non avere una completa comprensione dei rischi informatici; inoltre, quasi la metà delle aziende coinvolte nel sondaggio non ha ancora identificato uno o più scenari cyber, ma il 75% include questo rischio nel registro dei rischi aziendali.

Secondo gli oltre 700 intervistati che hanno partecipato all'indagine, quando si parla di cyber le aziende temono soprattutto le minacce interne (29%); seguono errori operativi, inclusa la perdita di dispositivi mobili (28%), e attacchi di gruppi di attivisti (23%). Andando a considerare le potenziali conseguenze di un rischio cyber, la violazione dei dati dei clienti (24%) e l’interruzione di attività (22%) sono considerate le più importanti.

Se il 55% degli intervistati dichiara di non avere una polizza assicurativa sul cyber risk e di non esserne alla ricerca, del restante 45% di partecipanti, il 12% ha già una copertura cyber, mentre il 33% è attualmente alla ricerca di un’offerta valida o sta pensando di chiedere una quotazione.