Siamo spiacenti ma il tuo browser non è supportato da marsh.com.

Per una miglior navigazione aggiorna il browser o passa a un browser supportato:

X

RESEARCH & BRIEFINGS

Analisi del mercato Warranty & Indemnity (W&I) e Title Insurance in Italia

Transactional Risk Insurance report Italia 2017

 


Nell’ottica di rappresentare il livello di adozione delle soluzioni Transactional Risk Insurance nel panorama M&A italiano, Marsh Italia ha realizzato il Transactional Risk report Italia 2017. Lo studio, basato sui dati forniti dalle compagnie assicurative che operano nel mercato italiano, si focalizza sull’utilizzo delle polizze Warranty & Indemnity (W&I) e Title Insurance nelle operazioni di finanza straordinaria (perfezionate entro dicembre 2017) con società target italiane.

Le soluzioni W&I, strumenti assicurativi di derivazione anglosassone volti al trasferimento di passività imputabili a parte venditrice, hanno visto una progressiva crescita sia nel numero di polizze sottoscritte che per quanto riguarda la capacità trasferita al mercato assicurativo di riferimento. In termini di strutturazione, i risultati del report indicano una netta prevalenza dell’adozione di soluzioni buyer-side rispetto alle strutture seller-side.

Attraverso la strutturazione di tali soluzioni assicurative, eventuali parti venditrici non disposte o non in posizione di garantire con proprio capitale future responsabilità ascrivibili alla precedente gestione della società target, possono valutare la possibilità di vedersi sostituiti negli obblighi di ristoro di future passività verso il compratore da un soggetto terzo, l’assicuratore W&I.

L’analisi di Marsh Italia evidenzia inoltre un crescente utilizzo di soluzioni Title Insurance, tese a garantire la titolarità e commerciabilità del bene o delle quote oggetto della transazione, oltre che a fornire protezione da una serie di rischi identificati durante l’esercizio di due diligence attribuibili a difetti di titolarità come, per esempio, tematiche legate ai permessi autorizzativi, alla convenzione o alla destinazione d’uso dell’asset, a vizi di forma e a problemi di trascrizione ereditaria e di donazione.

Ulteriori dettagli sono disponibili all’interno della presentazione.