Business Interruption

Una business interruption causata da calamità naturali, incendi, interruzioni lungo la supply chain e persino attacchi informatici può comportare perdite finanziarie significative per le aziende che operano in un contesto globale. Con le sue strategie innovative nel campo delle assicurazioni e della gestione del rischio, Marsh può aiutarvi a individuare le vostre esposizioni e a sviluppare una maggiore resilienza.

Per via del grado di complessità delle operazioni che conducono, oggi le aziende tendono a gestire le loro attività all’interno di reti interdipendenti che coinvolgono molti stakeholder, interni ed esterni. A fronte della crescente interconnessione e volatilità del contesto economico, è importante comprendere in modo approfondito e aggiornato i rischi che possono mettere a repentaglio le operazioni aziendali quotidiane ed essere pronti a gestirli.

Le business interruption si possono verificare a causa di svariati fattori: danni alle proprietà causati da un evento climatico estremo, guasti dei macchinari, controversie sul lavoro, attacchi informatici e altri fattori di rischio. La tipologia di perdite causate da business interruption può spaziare dalla riduzione delle vendite all'aumento dei costi del lavoro dovuti alla perdita di un fornitore cruciale, fino alla diminuzione dei possibili ricavi futuri dovuta a una calamità.

Sebbene la business interruption non sia un fenomeno di rischio emerso di recente, le società faticano a gestire e valutare con precisione le proprie esposizioni. Questa difficoltà può essere dovuta a  problemi di natura operativa e finanziaria, oppure alla grande quantità di dati che è necessario raccogliere all'interno dell’organizzazione per poter stimare il livello di rischio.

I consulenti di Marsh esperti in materia di business interruption sfruttano l’analisi dei dati per fornire individuare i fattori che possono condurre a un’interruzione delle attività, offrendo il supporto utile a testare la resilienza della vostra organizzazione e sviluppare strategie efficaci di gestione e trasferimento del rischio. In casi gravi, i nostri esperti nel campo delle richieste di indennizzo possono aiutarvi a identificare correttamente le perdite e i costi derivanti dalla business interruption e a sostenervi nell'ottenere un adeguato risarcimento da parte degli assicuratori.

Il team di Marsh può collaborare con dirigenti e stakeholder per identificare e mitigare i rischi di business interruption, garantendovi un percorso verso il successo più stabile e sicuro. 

FAQ

L'assicurazione contro la business interruption è spesso inclusa nella polizza assicurativa sulla proprietà di un'azienda o viene aggiunta tramite apposita clausola. L'obiettivo di questa soluzione è quello di aiutare a mantenere in attività un'azienda durante un periodo di crisi dovuta a danni alla proprietà (causati da condizioni meteorologiche avverse o addirittura da un disastro naturale), a un problema nella supply chain, a una controversia sul lavoro o ad altre forme di business interruption. Questa copertura è utile in circostanze in cui il reddito della vostra azienda potrebbe non essere garantito per un certo periodo di tempo, con un potenziale grave impatto sui profitti.

A seconda delle specifiche della polizza, l'assicurazione contro la business interruption può coprire le perdite di reddito dovute a danni fisici diretti o alla proprietà; inoltre, può contribuire a mantenere il normale svolgimento delle attività.

Nel caso dell'assicurazione contro la business interruption, una polizza sulla proprietà prevede normalmente l'applicazione di una franchigia e/o un periodo di attesa prima che l'assicuratore inizi a pagare per coprire una perdita. La copertura fornita può inoltre essere limitata a un periodo di tempo specifico o a un sottolimite specificato nella polizza sulla proprietà. 

Qualsiasi azienda vulnerabile all'interruzione delle attività quotidiane a causa di fattori che possono causare danni alla proprietà (come calamità naturali, problemi a livello di supply chain e interruzioni informatiche) dovrebbe considerare l'acquisto di un'assicurazione contro la business interruption. Inoltre, si tratta di un rischio a cui dovrebbero fare particolare attenzione tutte le aziende che non dispongono di ampie riserve di liquidità per proteggere il periodo di interruzione e continuare a pagare canoni di locazione o mutui, stipendi, prestiti o altre spese. L'assenza di flussi di reddito regolari derivanti dalla propria attività o da recuperi assicurativi potrebbe incidere sui risultati finanziari.

Generalmente, un'estensione delle spese aggiuntive incluse in una polizza sulla proprietà fornisce una copertura per le spese sostenute durante il periodo di ripristino dell'attività (ossia, quelle spese che non sarebbero state necessarie senza la business interruption). Quando si deve affrontare una perdita, è necessario adottare misure ragionevoli per evitarla o ridurla al minimo. Le spese relative alla riduzione delle perdite sono solitamente coperte nell'ambito della perdita di reddito dell'azienda, purché non superino la perdita stessa.

Le interruzioni del servizio possono essere coperte tramite un'estensione dell'assicurazione contro la business interruption. Generalmente, questa soluzione fornisce la copertura del reddito d'impresa contro la perdita fisica diretta, il danno o la distruzione di infrastrutture per l’erogazione di elettricità, vapore, gas o acqua, di impianti fognari, installazioni telefoniche o qualsiasi altra proprietà (come linee di trasmissione e relativi impianti, sottostazioni e apparecchiature che forniscono servizi a località coperte).

Esistono alcune potenziali restrizioni sulla copertura, tra cui:

  •  Limitazioni di distanza, in cui la perdita fisica effettiva o il danno alla proprietà dell'utenza deve verificarsi entro una distanza specifica rispetto alla sede in cui si verifica la perdita di reddito dell'azienda.
  • Esclusioni per determinati pericoli, come i terremoti.
  • Esclusioni per le linee aeree di trasmissione e distribuzione.
  • Un periodo di attesa, in genere 24 o 48 ore, durante il quale non verrà applicata alcuna copertura, a meno che il periodo di interruzione del servizio non superi il periodo specificato.

La business interruption contingente copre la perdita di reddito derivante da interdipendenze, ovvero dalla perdita fisica, dai danni o dalla distruzione di beni di proprietà dei business con cui si intrattengono rapporti commerciali. Generalmente include i "fornitori" diretti di beni o servizi per l'utente e i "destinatari" diretti di beni o servizi prodotti o erogati dall'utente (i "clienti"). La tipologia di danno fisico che subiscono fornitori o destinatari deve essere tra quelle che normalmente verrebbero coperte se il danno fosse alla proprietà dell'utente.

Sebbene l'interruzione dell'attività contingente spesso fornisca una copertura per la relazione "diretta" tra voi e i vostri fornitori o clienti, a volte può essere estesa per coprire i fornitori dei fornitori, a cui generalmente ci si riferisce come fornitori "indiretti" o di "secondo livello". Tale copertura può richiedere, tra le altre cose, l'identificazione specifica dei fornitori indiretti.

In seguito alla pandemia di COVID-19 e ai recenti periodi di disordini civili, la necessità di gestire attentamente il rischio di business interruption è diventata più evidente: infatti, molte aziende sono state costrette a chiudere per un certo periodo di tempo, hanno registrato interruzioni senza precedenti nella supply chain e, in alcuni casi, hanno subito danni fisici alle loro proprietà.

Il team di consulenti di Marsh può offrire supporto per valutare i rischi che potrebbero contribuire alla business interruption e comprendere in che modo un'interruzione può influire sulla vostra attività. Partendo da questa fase, con un approccio di squadra è possibile creare un piano per la gestione del rischio.

Una parte integrante del contenimento delle esposizioni alle business interruption è la pianificazione preventiva: lo sviluppo di politiche di prevenzione, infatti, aiuta a garantire il corretto controllo delle attività. L’altra componente di questo piano è la definizione di strategie di risposta e della copertura assicurativa che favorirà il recupero da eventuali interruzioni.

Il vostro consulente per i rischi può aiutarvi ad adeguare la copertura man mano che le esposizioni si evolvono, implementare strategie di mitigazione del rischio appropriate e assistervi nella scelta dell'approccio migliore per la gestione delle richieste di rimborso in caso di perdita.